arte Cronaca

MUSICA/ Il songwriter marcianisano, Cosimo Viciglione, sbanca al Minturno Musica Estate con Pasquale Mammaro

 

Straordinaria ovation, come un fulmine a ciel sereno, alla 13ma edizione del Minturno Musica Estate per  il song-writer marcianisano Cosimo Viciglione, oggi si chiamano così i cantautori, quelli emergenti.

Un giovane musicista con tutti gli attributi e di grande grinta e carisma, che si fa ascoltare e apprezzare nel panorama musicale campano e nazionale per la forza emozionale dei brani che scrive,  testi in cui traspare tutta la voglia, del giovane cantautore marcianisano, di vendicare una terra martoriata, un artista che emerge in toto anche per la sua innata simpatia e personalità. Cosimo Viciglione (nella foto), ha avuto il placet al Minturno Festival scelto da Pasquale Mammaro Direttore Artistico della manifestazione editore di “Grande Amore” brano con cui si presentò il trio italiano “il Volo” al Sanremo 2015 condotto da Carlo Conti. Il giovane Cosimo Viciglione, con la sua giovanissima bassista Gina Raheli, 18 anni, sempre di Marcianise, in questa 13ma edizione del festival minturnese ha così potuto avere l’ opportunità, unica nel suo genere, di esibirsi con grandi nomi dello scenario musicale internazionale come Peppino di Capri, Neja, Piero Mazzocchetti, Lucariello e poi ancora Johnson Righeira con Amy & Sofia, Davide De Marinis, Alessandro Canino, Francesco Boccia e La Quisisona Band, Cugini di Campagna, Via Verdi, The Inspiration “Abba Celebration”.

Cosimo Viciglione con la sua bassista Rahelia ( foto di Valerio Faccini)

Viciglione, lo ricordiamo ha partecipato di recente alla prima tappa del TourMusicFest che gli è valsa il riconoscimento per l’Accademia musicale del grande Mogol. “L’umiltà  – ha commentato a caldo Cosimo Viciglione ai microfoni di Lazio Tv al termine della sua esibizione a Minturno – ci aiuta ad avere voglia di imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e fare le cose in un modo migliore.”