Uncategorized

Protezione Civile: approvato il Piano di Emergenza Comunale. Marino: “Colmiamo un vuoto durato 5 anni”

 

 

Da oggi è disponibile il Piano di Emergenza Comunale (P.E.C.), ovvero lo strumento che include tutte le procedure operative di intervento per fronteggiare una calamità, consentendo ai rappresentanti istituzionali, e in particolare al Sindaco in qualità di massima autorità locale di Protezione Civile, di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni. Il Piano è stato messo a punto dal sindaco di Caserta, Carlo Marino, e dall’assessore alla Protezione Civile, Francesco De Michele, assieme al Servizio di Protezione Civile del Comune, coordinato dal Comando della Polizia Municipale. Si tratta di un’iniziativa di grande importanza, dal momento che la legge 100 che obbligava i Comuni a dotarsi di un Piano di Emergenza Comunale è stata approvata nel 2012.

La finalità del Piano è quella di garantire, con ogni mezzo a disposizione, assistenza alla popolazione al fine del recupero e mantenimento del livello definito di “vita civile”, messo in crisi da una situazione che comporta gravi disagi fisici e psicologici. Nel Piano sono comprese tutte le informazioni tese ad individuare le fragilità territoriali, ad adottare ogni misura per prevenire le cause dei fenomeni prevedibili e ad organizzare una catena operativa finalizzata al superamento dell’evento. Nel documento particolare rilevanza viene attribuita alla collaborazione dei cittadini per superare le situazioni di emergenza. In tal senso è previsto che la popolazione civile venga adeguatamente informata sui rischi cui è esposta, sulle procedure e modalità di allertamento e, soprattutto, sui comportamenti da adottare per ogni singolo rischio ed infine sull’organizzazione dei soccorsi. L’obiettivo è far conoscere ai cittadini gli elementi salienti dello stesso Piano di Emergenza Comunale nell’ottica dell’ottimizzazione del servizio di Protezione Civile, realizzando una rete sostenibile tra i diversi attori sul territorio comunale. Il Piano, infatti, fornisce informazioni precise in merito a quali eventi calamitosi potrebbero interessare il territorio comunale, a quali persone, strutture e servizi ne saranno coinvolti, a quale organizzazione operativa è necessaria per ridurre gli effetti dell’evento e a chi vengono assegnate le diverse responsabilità nei vari livelli di comando e controllo per la gestione delle emergenze.

“Abbiamo colmato un vuoto che durava ormai da 5 anni, – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – dimostrandoci molto efficienti nel dotare il Comune di Caserta di un Piano dettagliato e fondamentale per l’intera cittadinanza. Siamo di fronte ad uno strumento estremamente utile e moderno di cui un Comune capoluogo come Caserta deve necessariamente essere dotato”.

“E’ un ulteriore passi in avanti – ha aggiunto l’assessore alla Protezione Civile, Francesco De Michele – in un settore, quale quello della Protezione Civile, di strategica importanza. Siamo convinti di dover lavorare in questo senso e migliorare sempre di più investendo energie e risorse per far crescere questa nostra realtà anche nella città di Caserta. Questa della pubblicazione del Piano va letta, quindi, – ha concluso De Michele – come una prima fase di un rilancio che intendiamo portare avanti con convinzione”.