Uncategorized

UGL CASERTA : “Ripresa immediata dei servizi sociali. “Anziani e disabili non siano cittadini di serie B”

 

“Riteniamo  sia  necessaria  una  programmazione  attenta e competente  delle Politiche Sociali , affinchè sia garantita la  continuità e la  qualità di servizi essenziali,  la cui  sospensione costituisce  una  grave  violazione dei diritti costituzionalmente garantiti, quali il diritto allo studio, alla mobilità, alla salute” – spiega Sergio D’Angelo–  Per questo motivo abbiamo richiesto un confronto  urgente  sullo stato di realizzazione  delle Politiche Sociali, relativamente ai servizi socio-sanitari e socio-assistenziali e  sulle  misure adottate per garantire la continuità e la qualità dei  servizi.

Il segretario Generale della UGL Caserta  Sergio D’Angelo scende in campo dopo la pausa estiva con una richiesta di incontro urgente  indirizzata ai Sindaci dei Comuni Capofila della Provincia di Caserta, confermando così la vocazione della UGL Caserta a tutela delle fasce  deboli della popolazione, “perché nessuno sia lasciato indietro”.

A settembre riaprono le scuole e riprendono tutte le attività,  ci auguriamo che gli Ambiti attivino in tempo utile la ripresa dei servizi di assistenza alle fasce deboli della popolazione –  commenta Alessandra Cirelli ( Ugl Caserta Politiche della disabilità) – In un paese civile non è accettabile che  i disabili vengano periodicamente abbandonati a se stessi, per problematiche di ordine e economico e/o burocratico e siano costretti ad elemosinare i propri  diritti”

 

L’appello del segretario Generale della UGL CASERTA punta anche a sollecitare l’adozione di misure atte a  risolvere definitivamente l’annosa insolvenza degli Ambiti nei confronti delle Cooperative Sociali  che gestiscono gli appalti, e garantire al contempo controlli seri sulla corretta applicazione dei contratti di lavoro agli operatori da parte delle stesse.